Adunata Alpini 2012: Bolzano

Anche quest’anno si è partecipato. Siamo partiti fiduciosi da Rodengo Saiano, all’alba, sotto il diluvio, poi abbiamo girato il pullman e siamo tornati indietro, perché qualcuno si è accorto che non era stato caricato il pranzo.

L’organizzazione bolzanina è stata indubbiamente più efficiente e la sfilata è iniziata in perfetto orario. In realtà non ho la minima idea di quale fosse l’orario concordato, però l’attesa non è stata affatto lunga.

Il percorso, al contrario, è stato piuttosto lunghetto, la nostra formazione ha sfilato sicura, senza tentennamenti, guidata dall’incessante ritmo dei tamburi delle nostre nuove generazioni di percussionisti, che hanno percosso le pelli con tale foga da rompere bacchette lungo il tragitto. Un imperdonabile errore è stato commesso per eccessiva fiducia nella meteorologia, che ci ha costretti a sfilare con le pesanti giacche inspiegabilmente ritenute impermeabili. per indagare sull’effettiva utilità di queste giacche, calde d’estate, fresche d’inverno e incapaci di riparare dalla pioggia, ci starebbe bene un post intero. Potrebbe essere un’idea per il nuovo giornalino.

Terminata la sfilata, dopo una birra e un ottimo panino con salamina e peperoni (grazie Laura per avermene offerto un morso!) siamo partiti alla ricerca del pullman. Se anni fa ad Asiago è stato problematico entrare nel paese, quest’anno lo è stato uscire, dato che l’intera città era chiusa al traffico.

Appuntamento l’anno prossimo a Piacenza! Viva gli Alpini!

Pierobon

Pierobon oggi mi scrive sulla mail della banda.

Ma chi è? Questo nome in effetti non mi è nuovo. Sarà mica Fiorella Pierobon, la mitica annunciatrice della tv degli anni ’80? Come mai mi scrive? Ah, ma non è mica lei .. cioè, la pettinatura può trarre in inganno, però ha la barba e adesso che lo guardo bene sul suo sito è quel matto del trombettista dei Gomalan Brass .. però con un cognome così è facile che uno si confonde.

Mi segnala che terrà un Masterclass dal 27 al 29 gennaio a Pescina (AQ) per chi di voi passasse di là, e ovviamente avesse idea di cosa sia un Masterclass, immagino sia una cosa importante, se ci si aspetta che uno vada fino all’Aquila.

Le informazioni sono qui, magari un giorno organizza qualcosa qua vicino ..

2012 e quindi?

Ho riletto il post precedente e adesso che ci penso .. il 2012, questo meraviglioso anno che ci attende, con la crisi finanziaria, la fine del mondo dei Maya è pure il 100mo anniversario del naufragio del Titanic???

Ma non sarà mica che quest’anno porti un tantino di sf***ortuna?

2012 e adesso?

Il 2011, l’anno del 150mo anniversario della Repubblica Italiana è passato e adesso? Che si fa intanto che si aspetta la fine del mondo Maya del 21 dicembre? Che cosa si può mettere in repertorio per creare un sottofondo di attesa a questo evento unico e irripetibile?

Tra gli anniversari di quest’anno c’è la morte di Marilyn Monroe e il naufragio del Titanic: ho controllato, ma gran musica per banda più o meno ispirata a Marylin non ce n’è, spero che non ci toccherà suonare “My heart will go on”.

Alice si è diplomata

L’altra sera sono andato a dormire con un pensiero, e cioè che delle tante stupidate che vado a scrivere qui sopra non avevo ancora scritto due righe su Alice. Ho cominciato a pensarci domenica pomeriggio, mentre la guardavo che faceva il maestro e ci dirigeva per suonare le pastorali natalizie in giro per l’Outlet.

Il fatto è che Alice quest’anno si è diplomata al Conservatorio, in flauto, a giugno, con il massimo dei voti, e non succede tutti gli anni che qualcuno della Banda si iscrive al Conservatorio e poi si diploma. Di gente con una grande passione per la musica ne abbiamo, è vero, che a sentirli sembrano anche discorsi  scontati, però ce ne vuole tanta di passione per andare a suonare, magari al freddo. Alice questa sua passione l’ha portata fino al punto di investirci il suo futuro e adesso che ha raggiunto un traguardo sta andando avanti, si sta perfezionando.

Certo, per dirla tutta ha il vizio di suonare troppo spesso lo strumento più fastidioso del mondo, che non è il flauto, ma l’ottavino, però è brava e quindi si sopporta. Io le ho anche chiesto di venire a suonare il trombone con me, che tanto il flauto lo suona già abbastanza e in banda ce ne sono tanti mentre con il trombone ci sono solo io e se lo suona anche lei in due ci divertiamo. Lei mi ha detto che le piacerebbe ma non va bene perché le rovina l’impostazione.

Alice, la foto l’ho rubata da facebook, se non ti piace fammi sapere che la cambio.

 

Ecco perché abbiamo cancellato il tuo commento

1. Santa paletta, hai detto una parolaccia! È ovvio che molti non si rendono neanche conto di usare parole fuori luogo. Ma questo è il primo motivo per cui cancelliamo un commento.

2. Sei fuori tema.

3. HAI USATO TROPPE MAIUSCOLE!

4. Sappiamo che sei un troll. Anche se cambi nome.

5. Il tuo commento è del tutto incoerente.

6. Sei un robot che cerca di vendere Viagra e roba simile.

Succede mai che i commenti intelligenti e appropriati siano cancellati perché sono troppo efficaci? No, mai. Rilassati.

Paul Krugman, sul New York Times, io l’ho presa da “Internazionale

Su questo blog arrivano fondamentalmente commenti del tipo 6, cioè robot che vendono Viagra e altre amenità e quelli li cancello subito. Quand’ero piccolo pensavo che i robot fossero simpatici, tipo Mazinga, Goldrake e altri che mi piacevano parecchio, poi cresci e scopri che i robot adesso vendono il Viagra.

Tutti gli altri commenti sono benvoluti, solo che per cancellare quelli dei robot mi ci vuole un po’ di tempo, quindi non è che appena scrivete il commento qua sotto poi appare subito.

A proposito, come da locandina il concerto è alle 20.45, quindi venite pure con calma.


Concerto di Natale edizione numero??

Sabato questo, cioè il giorno 17, ci sarà il consueto concerto di Natale. Io non ho ancora locandine o altro da pubblicare perché nessuno mi ha fatto avere nulla. Da parte mia non ci ho pensato e non ho chiesto nulla a nessuno e quindi è anche un po’ colpa mia .. a questo punto scrivo quel che mi ricordo senza aspettare la prova del mercoledì sennò andiamo troppo per le lunghe.

Il concerto, come dicevo, sarà sabato 17, ore 20.30, presso l’auditorium S. Salvatore a Rodengo Saiano. Gli orari li ho inventati io, ma vedrete che non sbaglierò di tanto.

Dopo il concerto non andate a casa, ma passate a mangiare una fetta di torta e bere qualcosa al rinfresco, presso la sala prove della banda così ci facciamo gli auguri e potete approfittarne per lamentarvi se vi ho fatto aspettare nell’auditorium sbagliato. Se poi quest’anno, complice la crisi finanziaria, il rinfresco non ci sarà, non date la colpa a me, ma alla crisi finanziaria, appunto: se cresce lo spread cala il panettone, funziona così.

 

Rassegna Bandistica Bresciana – 5a edizione

chorosSi terrà Domenica 23 ottobre 2011, alle ore 20.30 presso la Chiesa di S. Lorenzo, in piazza S. Lorenzo a Gussago, il sesto ed ultimo concerto, intitolato “Musica per il Sacro” della quinta edizione della Rassegna Bandistica Bresciana per l’autunno 2011.

Nel corso della serata si esibiranno la Banda Musicale S. Maria Assunta di Gussago, il Corpo Musicale A. Raineri di Rodengo Saiano e la  Filarmonica S. Cecilia di Sarezzo. Vi sarà, inoltre, la partecipazione di Sergio Mascherpa.

In allegato la locandina dell’evento.

L’ ingresso è libero e gratuito.