Apriti Cielo!

Nel senso dell’esclamazione, perché ormai non credevamo nemmeno noi, di riuscire a fare una festa per quest’anno, invece .. eccoci qua!

il problema vero è stato mettere d’accordo tutti, perché qualcuno voleva la musica classica, i ggiovani insistevano per il rock, c’erano gli appassionati di jazz, qualcuno che voleva qualcosa di diverso, musica etnica o folk .. insomma, ci spiaceva dover scontentare qualcuno e quindi abbiamo deciso di accontentare tutti! Il risultato è che verranno proposti un sacco di eventi, ma proprio tanti, a partire dalle 7 di sera fino a notte inoltrata (o quasi).

Si esibiranno: “La Zerla”, “Bestbefore”, “Coro Lirico A. Rossini”, “Masquenada”, “Quartetto di musica da camera QUATUOR”, “Honey Shot”; “Corpo Musicale A.Raineri”, “Piccola Orchestra Accademia dei Suoni”, “Junior Band”, “trio jazz omaggio a Bolling”, “gruppo tradizionale irlandese Gioenda”, “gruppo tributo ai Toto – TOTO Anthem”, “Claudio Bonometti”, “Andrea e Fez”, “i Samurai”…

L’appuntamento è per sabato 15 Settembre nel centro storico di Saiano, e ci saranno delle iniziative anche per la domenica 16.

Pierobon

Pierobon oggi mi scrive sulla mail della banda.

Ma chi è? Questo nome in effetti non mi è nuovo. Sarà mica Fiorella Pierobon, la mitica annunciatrice della tv degli anni ’80? Come mai mi scrive? Ah, ma non è mica lei .. cioè, la pettinatura può trarre in inganno, però ha la barba e adesso che lo guardo bene sul suo sito è quel matto del trombettista dei Gomalan Brass .. però con un cognome così è facile che uno si confonde.

Mi segnala che terrà un Masterclass dal 27 al 29 gennaio a Pescina (AQ) per chi di voi passasse di là, e ovviamente avesse idea di cosa sia un Masterclass, immagino sia una cosa importante, se ci si aspetta che uno vada fino all’Aquila.

Le informazioni sono qui, magari un giorno organizza qualcosa qua vicino ..

2012 e quindi?

Ho riletto il post precedente e adesso che ci penso .. il 2012, questo meraviglioso anno che ci attende, con la crisi finanziaria, la fine del mondo dei Maya è pure il 100mo anniversario del naufragio del Titanic???

Ma non sarà mica che quest’anno porti un tantino di sf***ortuna?

2012 e adesso?

Il 2011, l’anno del 150mo anniversario della Repubblica Italiana è passato e adesso? Che si fa intanto che si aspetta la fine del mondo Maya del 21 dicembre? Che cosa si può mettere in repertorio per creare un sottofondo di attesa a questo evento unico e irripetibile?

Tra gli anniversari di quest’anno c’è la morte di Marilyn Monroe e il naufragio del Titanic: ho controllato, ma gran musica per banda più o meno ispirata a Marylin non ce n’è, spero che non ci toccherà suonare “My heart will go on”.

Alice si è diplomata

L’altra sera sono andato a dormire con un pensiero, e cioè che delle tante stupidate che vado a scrivere qui sopra non avevo ancora scritto due righe su Alice. Ho cominciato a pensarci domenica pomeriggio, mentre la guardavo che faceva il maestro e ci dirigeva per suonare le pastorali natalizie in giro per l’Outlet.

Il fatto è che Alice quest’anno si è diplomata al Conservatorio, in flauto, a giugno, con il massimo dei voti, e non succede tutti gli anni che qualcuno della Banda si iscrive al Conservatorio e poi si diploma. Di gente con una grande passione per la musica ne abbiamo, è vero, che a sentirli sembrano anche discorsi  scontati, però ce ne vuole tanta di passione per andare a suonare, magari al freddo. Alice questa sua passione l’ha portata fino al punto di investirci il suo futuro e adesso che ha raggiunto un traguardo sta andando avanti, si sta perfezionando.

Certo, per dirla tutta ha il vizio di suonare troppo spesso lo strumento più fastidioso del mondo, che non è il flauto, ma l’ottavino, però è brava e quindi si sopporta. Io le ho anche chiesto di venire a suonare il trombone con me, che tanto il flauto lo suona già abbastanza e in banda ce ne sono tanti mentre con il trombone ci sono solo io e se lo suona anche lei in due ci divertiamo. Lei mi ha detto che le piacerebbe ma non va bene perché le rovina l’impostazione.

Alice, la foto l’ho rubata da facebook, se non ti piace fammi sapere che la cambio.

 

Ecco perché abbiamo cancellato il tuo commento

1. Santa paletta, hai detto una parolaccia! È ovvio che molti non si rendono neanche conto di usare parole fuori luogo. Ma questo è il primo motivo per cui cancelliamo un commento.

2. Sei fuori tema.

3. HAI USATO TROPPE MAIUSCOLE!

4. Sappiamo che sei un troll. Anche se cambi nome.

5. Il tuo commento è del tutto incoerente.

6. Sei un robot che cerca di vendere Viagra e roba simile.

Succede mai che i commenti intelligenti e appropriati siano cancellati perché sono troppo efficaci? No, mai. Rilassati.

Paul Krugman, sul New York Times, io l’ho presa da “Internazionale

Su questo blog arrivano fondamentalmente commenti del tipo 6, cioè robot che vendono Viagra e altre amenità e quelli li cancello subito. Quand’ero piccolo pensavo che i robot fossero simpatici, tipo Mazinga, Goldrake e altri che mi piacevano parecchio, poi cresci e scopri che i robot adesso vendono il Viagra.

Tutti gli altri commenti sono benvoluti, solo che per cancellare quelli dei robot mi ci vuole un po’ di tempo, quindi non è che appena scrivete il commento qua sotto poi appare subito.

A proposito, come da locandina il concerto è alle 20.45, quindi venite pure con calma.


Losing my religion

Oggi leggo che si sono sciolti i Rem. Mi spiace, non ero un loro fan sfegatato, ma ho sempre apprezzato il loro lavoro.

Certo, quando è uscita “Losing my religion”, e realizzo solo adesso che si tratta di 20 anni fa, è piaciuta praticamente a tutti. Da ragazzi l’abbiamo anche suonata, nel nostro primo gruppo musicale.

Ho cercato un video di qualche banda o orchestra che suonasse pezzi dei Rem, ma non ho trovato nulla. Esisterà qualche trascrizione?

 

25 Aprile

Due feste al prezzo di una!
Ecco che subito ci lamentiamo perchè avremmo voluto fare un giorno di vacanza in più, starcene a casa a goderci il bel sole un giorno di più, fare due scampagnate, fare due picnic, fare due giri in bicicletta .. e invece? Abbiamo avuto solo un giorno per fare tutte queste cose. Ma sì,  alla fine è andata bene lo stesso! Intanto non ha piovuto, che altrimenti era un bel problema, con il freddo chi aveva voglia di andarsene in giro per prati a mangiarsi le uova? Io no di sicuro, me ne sarei rimasto sul divano.

Però, a pensarci: son già passati 66 anni dalla Liberazione, 150 dall’unità d’Italia .. come vola il tempo! Un sacco di cose da festeggiare quest’anno!