Adunata Alpini 2012: Bolzano

Anche quest’anno si è partecipato. Siamo partiti fiduciosi da Rodengo Saiano, all’alba, sotto il diluvio, poi abbiamo girato il pullman e siamo tornati indietro, perché qualcuno si è accorto che non era stato caricato il pranzo.

L’organizzazione bolzanina è stata indubbiamente più efficiente e la sfilata è iniziata in perfetto orario. In realtà non ho la minima idea di quale fosse l’orario concordato, però l’attesa non è stata affatto lunga.

Il percorso, al contrario, è stato piuttosto lunghetto, la nostra formazione ha sfilato sicura, senza tentennamenti, guidata dall’incessante ritmo dei tamburi delle nostre nuove generazioni di percussionisti, che hanno percosso le pelli con tale foga da rompere bacchette lungo il tragitto. Un imperdonabile errore è stato commesso per eccessiva fiducia nella meteorologia, che ci ha costretti a sfilare con le pesanti giacche inspiegabilmente ritenute impermeabili. per indagare sull’effettiva utilità di queste giacche, calde d’estate, fresche d’inverno e incapaci di riparare dalla pioggia, ci starebbe bene un post intero. Potrebbe essere un’idea per il nuovo giornalino.

Terminata la sfilata, dopo una birra e un ottimo panino con salamina e peperoni (grazie Laura per avermene offerto un morso!) siamo partiti alla ricerca del pullman. Se anni fa ad Asiago è stato problematico entrare nel paese, quest’anno lo è stato uscire, dato che l’intera città era chiusa al traffico.

Appuntamento l’anno prossimo a Piacenza! Viva gli Alpini!

2 risposte a “Adunata Alpini 2012: Bolzano”

  1. Come ho già scritto sulla vostra pagina di FB, vi ringrazio anche da parte degli altri quattro Musicanti di Provaglio presenti all’Adunata. E’ stata una bellissima giornata e non avevo dubbi, la compagnia è sempre splendida e l’esperienza è ogni volta speciale. Suonare con voi è un piacere e l’anno prossimo a Piacenza, se vorrete, ci sarò!

  2. Se proprio vogliamo essere fiscali Michy i morsi erano due!!!
    Comunque si è stato bello, purtroppo difficilmente si riesce a diminuire la strada da fare a piedi o per lo meno non può dipendere da noi…
    Però per il resto ci è andata bene poca attesa quindi tempi piuttosto buoni, il caldo si ma qualche volta arrivava una leggera brezza, tanta emozione nella sfilata di questo evento come sempre e la compagnia che ogni volta si rivela degna di tanto sforzo e stanchezza.
    Grazie a tutti e sicuramente arrivederci a Piacenza!

Lascia un commento